MICAI REGALA IL DERBY ALLA STREGA

Ci pensa una papera del portiere granata a regalare il derby campano ai sanniti.
Rivelazione Caldirola; delusione confermata Armenteros
08.02.2019 22:58 di Federica Bozzi  articolo letto 349 volte
MICAI REGALA IL DERBY ALLA STREGA

Stadio Arechi di Salerno: in un clima frizzante come quello tipico di un derby, si apre la ventireesima giornata del campionato di Serie B 2018/2019.

I padroni di casa optano per un 3-4-3: Micai; Perticone, Migliorini, Gigliotti; Casasola, Minala, Di tacchino e Lopez; in attacco D.Anderson, Jallow e A.Anderson.

Il Benevento scende in campo con il solito 3-5-2: ormai Montipò è confermato a difesa die pali; nella retrovia troviamo la new entry Caldirola che affianca Volta e Antei; il centrocampo è affidato a Letizia, Del Pinto, Crisetig, Bonaiuto e Improta; in attacco coppia vincente non si cambia ed allora ecco il duo Insigne e Coda.

PRIMO TEMPO.

Un primo tempo abbastanza equilibrano, nonostante si dimostra da subito una gara molto nervosa e ricca di falli che Abbattista difficilmente punisce con un cartellino: il direttore di gara è noto per essere molto tollerante.

I minuti scorrono e il ritmo del Benevento aumenta: sebbene le occasioni di andare al goal ci sono per entrambe le formazioni, quella giallorossa si dimostra più aggressiva sotto porta anche se il risultato non cambia.

Questo primo tempo ha visto un buon Benevento che, indubbiamente, ha creato più occasioni per svoltare la partita, approfittando anche di una Salernitana che, verso lo scadere del primo tempo, ha perso ritmo e determinazione, forse più concentrata a non prendere goal.

SECONDO TEMPO.

Si riprende la seconda porzione di gioco a formazioni invariate.

La partita la sblocca il portiere granata Micai con un autorete che insacca nella porta un cross di Insigne che sarebbe stato destinato ad Improta. La Strega è in vantaggio al 4’ del secondo tempo.

Nonostante il vantaggio il Benevento spinge verso la porta avversaria con Coda che, al 17’ del secondo tempo, spreca un passaggio di Insigne che avrebbe potuto chiudere la partita. Forse sarebbe stato il caso, in questa occasione dove il 9 beneventano si trovava solo contro Micai, di sfoderare un cucchiaio, peccato veramente...

Cambiano l’assetto le due squadre nel tentativo di aumentare il ritmo di gioco con l’ingresso di Calaiò (A.Andreson) per i padroni di casa; per il Benevento c’è il gradito ritorno di Viola (Del Pinto); Tuia per Caldirola ed Armenteros per Coda.

Al suo debutto in giallorosso Caldirola si è dimostrata una piacevole scoperta: forse ancora un pò lento su alcune occasioni ma ha dimostrato di avere un ottimo senso del gioco.

Il derby va alla Strega, per gentile concessione di Micai.