AGOSTINELLI: "BENEVENTO SQUADRA MOLTO ORGANIZZATA, SI VEDE LA MANO DI INZAGHI"

10.12.2019 00:38 di Redazione TuttoBenevento   Vedi letture
AGOSTINELLI: "BENEVENTO SQUADRA MOLTO ORGANIZZATA, SI VEDE LA MANO DI INZAGHI"

 “C’è poco da dire, si è vista la grandissima differenza tra il Benevento e il Trapani. La classifica dei giallorossi è meritatissima, forse la batosta di Pescara è stata un bene”, così Andrea Agostinelli, commentatore tecnico di Rai Sport in occasione di Benevento – Trapani, questa sera ospite di Valter De Maggio in Ottogol.

L’unico errore che non deve commettere il Benevento è quello di rilassarsi. – continua l’allenatore marchigiano ai microfoni di Ottochannel - Hanno tutto per fare grandissime cose, la testa è fondamentale.

L’organizzazione del centrocampo giallorosso contro il Trapani mi è piaciuta davvero tanto; Schiattarella è rimasto più dietro da play, lasciando a Viola la possibilità di andare in avanti, come è giusto che facciano le mezzali nel centrocampo a tre. Veder giocare il Benevento mi dà la netta sensazione di una squadra che sa benissimo quello che deve fare, di grande organizzazione e di parole bene dette dall’allenatore.

Vedere Sau mettersi in quel modo a disposizione della squadra, a quell’età e con quella carriera alle spalle, sta a dimostrare come Inzaghi ha presa sulla squadra”.

Alla prossima per il Benevento ci sarà il Livorno, che ha appena cambiato tecnico. Al posto di Breda è stato chiamato Paolo Tramezzani, ex calciatore di Agostinelli ai tempi di Piacenza: “Conosco benissimo Paolo, è un grande allenatore. Anche con l’Albania, dove ha fatto il vice di De Biasi, ha fatto molto bene. Il Benevento si troverà di fronte una squadra organizzata e determinata a far risultato. Già di per sé il cambio di allenatore lo porta in automatico, con la scelta di Tramezzani questo aspetto sarà ancora più evidente.

Sono convinto che prosegua anche a Livorno col centrocampo a tre, anche perché ha mezze ali capaci di far gol. Mancando Hetemaj, se dovesse inserire Tello, durante la partita più rimodellare la mediana rimettendola a quattro senza fare sostituzioni perché gli basterebbe allargare Tello e abbassare Kragl”.