BENEVENTO CON GLI UOMINI CONTATI: INZAGHI STUDIA L’UNDICI ANTI - COSENZA

06.02.2020 00:39 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
BENEVENTO CON GLI UOMINI CONTATI: INZAGHI STUDIA L’UNDICI ANTI - COSENZA

Con la seduta di ieri pomeriggio è ripresa la preparazione del Benevento di Pippo Inzaghi, impegnato domenica sera sul campo del Cosenza. A dire il vero, dopo i due giorni di riposo post derby, i giallorossi si sono ritrovati già al mattino per svolgere l’ultimo test fisico di questa stagione.

Nel pomeriggio, poi, si è tornati a fare sul serio con esercitazioni tecnico – tattiche, con e senza palla. Rientrato in gruppo Vokic, non hanno preso parte alla seduta, oltre ad Antei, Tuia e Tello che hanno proseguito nel loro personale programma di recupero e che, sicuramente il colombiano e molto probabilmente il difensore, non saranno disponibili per il Cosenza. Così come non lo sarà Oliver Kragl, alle prese con i postumi dell’infortunio patito con la Salernitana e che ne avrà per un paio di settimane almeno. Ma non è finita qui perché, come noto, al “Gigi Marulla” non ci saranno nemmeno gli squalificati Maggio e Improta.

Sarà costretto agli straordinari, dunque, Super Pippo per comporre al meglio l’undici titolare da schierare contro i silani. Il primo rebus da risolvere è quello relativo alla corsia difensiva destra. Il tecnico piacentino dovrà e potrà scegliere tra almeno due alternative: dare fiducia al sostituto naturale di Superbike, ovvero Gyamfi, oppure optare per lo spostamento di Letizia a destra, con l’inserimento del nuovo acquisto Barba sull’out opposto, con Volta e Caldirola centrali.

Se è vero che i tre moschettieri di centrocampo sono abili e arruolabili, è anche vero che la perdita di Improta per squalifica priva Inzaghi di una validissima variante tattica. Il passaggio al 4-4-2 a gara in corso, con l’inserimento di Riccardino e l’uscita di un centrocampista, è ormai un jolly che il tecnico gioca spesso e volentieri.

L’infortunio di Kragl consentirà, invece ad Insigne di trovare quella continuità che gli sta mancando in questa stagione. Così come potrebbe essere una chance anche per lo sloveno Vokic che, a parte l’apparizione di Pescara, non ha praticamente mai visto il campo quest’anno e che potrebbe trovare spazio in corso d’opera.