FULVIO COLLOVATI: “BENEVENTO SOCIETÀ E PIAZZA IDEALE PER INZAGHI. VIGORITO COME PERCASSI”

22.01.2020 10:58 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
FULVIO COLLOVATI: “BENEVENTO SOCIETÀ E PIAZZA IDEALE PER INZAGHI. VIGORITO COME PERCASSI”

Intervenuto nel corso della trasmissione Totalmente Dipendente, il Campione del Mondo Fulvio Collovati ha detto la sua su Inzaghi e sul suo operato alla guida del Benevento. Queste le sue parole:

SU INZAGHI, DALLE DIFFICOLTÀ AL MILAN ALLE GIOIE COL BENEVENTO – “Difficile dire che Inzaghi abbia fatto male al Milan. Chiunque in questo momento faccia l’allenatore del Milan va in difficoltà. È difficile portare avanti un progetto a lungo termine perché si sono alternate diverse proprietà che non hanno mai garantito un progetto sportivo di un certo livello. E Inzaghi ha pagato tutto questo. Ha avuto la sfortuna di trovarsi nel momento peggiore alla guida del Milan.

L’altro giorno parlavo con un mio amico di Piacenza, amico del papà di Inzaghi, che mi diceva che Pippo è felicissimo di come sta andando il Benevento, ma soprattutto della piazza e di come è stato accolto. Penso che un allenatore come lui avesse bisogno di trovare l’ambiente e la società giusta per esprimersi al meglio. Sarà che mia moglie è napoletana, ma io ho un feeling particolare con la gente del Sud perché è calorosa ti accoglie e anche quando le cose non vanno bene ti contesta sì, ma ti capisce e ti sta vicino. Inzaghi ha tutto questo al Benevento”.

SUL MONZA INTERESSATO A CODA – “Il Monza può permettersi giocatori di questo livello, le disponibilità economiche del Monza per la serie C sono di un altro livello e Galliani sa il fatto suo. Non mi meraviglia siano interessati a calciatori come Coda”.

SUL BENEVENTO – “Il pericolo, che conoscendo Inzaghi penso però non possa verificarsi, è quello di rilassarsi e dare per scontata la vittoria del campionato. Ma, ripeto, non credo proprio che il Benevento avrà cali del genere”.

SULL’IMPORTANZA DELLE PICCOLE REALTÀ - “Io lo dico chiaramente: non sono assolutamente d’accordo con l’idea di Lotito. (Qualche anno fa il Presidente della Lazio si era lamentato del minor indotto economico che creavano squadre come Frosinone e Carpi salite in A, auspicando una serie A fatta di sole grandi piazze n.d.r.)  Il calcio non è solo l’aspetto economico e la Champions League ma anche l’emozione che ti deriva da squadre di provincia, come può essere il Benevento, che affrontano squadre come la Juve. Basti pensare all’Atalanta: Bergamo probabilmente ha meno abitanti di Benevento ma grazie a un grande Presidente, come grande è anche il Presidente Vigorito, e a una grande società, come lo è anche il Benevento, sta disputando la Champions.”

L’AUGURIO – “Per questo voglio fare in grande in bocca al lupo al Benevento e ai suoi tifosi con l’augurio di risentirci per festeggiare insieme la promozione in serie A”.