R. Insigne: "Puntiamo alla Serie A"

21.01.2019 16:02 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
R. Insigne: "Puntiamo alla Serie A"

Nel corso della trasmissione radio "Un Calcio alla Radio, in  onda su Radio CRC, l'attaccante giallorosso, Roberto Insigne,  ha parlato del Napoli, squadra titolare del suo cartellino, del fratello Lorenzo e della situazione del Benevento Calcio. Questi i passaggi più importanti:

Erede di Callejon - "José mi diceva sempre che sono il suo erede.  
Credo sarà difficile che si possa giocare a Napoli con questi campioni.

La punizione di San Siro - L'ho pensata dopo che Vrsaljko si è staccato. A mio fratello Lorenzo ho detto: hai visto come si tira una punizione? E siamo scoppiati a ridere.
 L'espulsione di Lorenzo contro l'Inter -  Orribile che ancora oggi ci siano persone che facciano cori razzisti. Siamo siamo tutti uguali, capisco il nervosismo di Lorenzo in quella gara.
 
Le punizioni - Scegliere chi dovrà tirarle ora è un problema del mister. 

Benevento? -  Stiamo recuperando e puntiamo alla A, abbiamo trovato l'equilibrio giusto. 

Da tifoso del Napoli, scudetto o Europa League? - Da napoletano vorrei togliere lo scudetto a quelli lì, ma spero che il Napoli possa fare il cammino più lungo possibile.  Futuro nel Napoli con Lorenzo -  Sto lavorando per quello. 
Un tridente Insigne, Milik, Insigne -  Sarebbe un sogno. In ritiro ho capito che c'è la possibilità di vincere qualcosa, anche lo scudetto.
Ruiz - Mi ha colpito subito appena arrivato"