Ricci: "La partita col Palermo ci ha fatto capire che non siamo inferiori a nessuno: ci crediamo ancora"

16.04.2019 12:08 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
Ricci: "La partita col Palermo ci ha fatto capire che non siamo inferiori a nessuno: ci crediamo ancora"

Federico Ricci è sicuramente tra i giallorossi che più hanno beneficiato del cambio di modulo optato nelle ultima settimane da mister Bucchi. Il 4-3-1-2, è sicuramente più congeniale alle caratteristiche dell'ex Sassuolo che, infatti, dopo una buona porzione di campionato passata in panchina, è sembrato sbocciare col sopraggiungere della Primavera. Proprio Ricci è stato l'ospite di Ottogol, trasmissione in onda sul Ottochannel. Queste le sue dichiarazioni:

PARTITA COL PALERMO - "Siamo scesi con la voglia di vincere a tutti i costi, purtroppo non ci siamo riusciti. C’è tanta amarezza, nel primo tempo abbiamo dominato e il gol di Nestorovski nel finale di frazione ci ha fatto andare negli spogliatoi con tanta rabbia. Anche nel secondo tempo la prestazione è stata più che positiva ma non è bastato per evitare la sconfitta: questo è il calcio".

INFERIORI A NESSUNO - "Una sconfitta del genere non ti demoralizza, anzi ti senti motivato perché ti rendi conto che non sei inferiore a squadre forti come i rosanero. E’ stata solo una serata storta, in cui la squadra non è riuscita a capitalizzare le tante occasioni da rete create".

ARBITRO- “Beh, certamente in più di una circostanza ha lasciato andare”.

FINALE DI STAGIONE – “Ora ci aspettano cinque battaglie: dovremo cercare di fare quanti più punti possibili. Ci crediamo ancora, andremo a Verona per fare una grande partita".

TIFOSI – "Avere i nostri tifosi dalla nostra parte ci rende ancora più forti. E’ stato bello l’applauso a fine partita col Palermo, perché vuol dire che, nonostante la sconfitta, hanno apprezzato la nostra prestazione".

ALTI E BASSI - "Per me è stato un anno di alti e bassi, adesso sto facendo bene e voglio continuare così. Posso dare ancora di più. Voto alla mia stagione? Preferisco darmelo a fine campionato".

TREQUARTISTA – "Questo nuovo ruolo mi piace. Mi ci trovo bene, sulla trequarti è una zona dove posso far male agli avversari".