Crotone - Benevento 1-0: le pagelle dei giallorossi

02.05.2019 16:48 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
Crotone - Benevento 1-0: le pagelle dei giallorossi

MONTIPO’ 5: Periodo non propriamente felice per l’ex Novara che è responsabile, in concorso di colpa con Caldirola, in occasione del vantaggio firmato sa Simy. L'unico tiro in porta ricevuto.

GYAMFI 6: Tra i pochi a salvarsi. Buonissimo il primo tempo quando per ben due volte è autore di importanti chiusure difensive. Cala alla distanza.

VOLTA 6: Partita sufficiente, senza né ombre, né luci.

CALDIROLA 5: Soffre maledettamente Simy. Una sua indecisione proprio in contrasto con l’attaccante nigeriano del Crotone costa ai giallorossi la sconfitta.

LETIZIA 5,5: Troppi appoggi sbagliati e tantissimi cross dalla trequarti finiti facilmente tra le braccia di Cordaz o fuori. Qualche volta andare sul fondo non sarebbe male.

TELLO 5,5: Siamo a fine campionato e ormai abbiamo imparato a conoscerlo: il numero di palloni recuperati è quasi pari a quelli persi per errori nei passaggi. Dal 69’ BUONAIUTO 5,5: Non riesce a ripetere quanto fatto al Bentegodi con il Verona. Ha la palla del pareggio ma non sfrutta a dovere l’occasione mancando l’impatto con il pallone.

VIOLA 5,5: Non è nella sua miglior giornata, prova il jolly da fuori più di una volta nel primo tempo senza successo.

BANDINELLI 5: Non dà il solito apporto alla squadra. Male anche lui ieri allo Scida.

RICCI 5: Non trova mai la posizione giusta in campo. Evanescente. Dal 57’ VOKIC 6: Non la miglior partita per giudicarlo, onestamente. Ha il merito di provarci dalla distanza impegnando seriamente Cordaz.

CODA 5: Impalpabile. D’altronde l’ha ammesso lo stesso bomber giallorosso che avrebbe dovuto fare di più.

ARMENTEROS 6: Buonissima la prima metà di gara: crea spesso scompiglio nella difesa del Crotone, purtroppo senza risultati evidenti in termini di reti. Cala alla distanza. Dal 78’ INSIGNE s.v.

BUCCHI 5: Un evidente passo indietro rispetto all’ultimo periodo, sia nel gioco che nell’atteggiamento. Imperdonabile l’incapacità di sfruttare l’uomo in più per più di un tempo.