ARRIVA DE ZERBI, VIGORITO SI PRENDE UNA GROSSA RESPONSABILITA'

 di Redazione TuttoBenevento  articolo letto 1464 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
ARRIVA DE ZERBI, VIGORITO SI PRENDE UNA GROSSA RESPONSABILITA'

Era nell'aria da tempo, e questa volta dalle sensazioni e dalle ipotesi si è passati ai fatti. Dopo nove sconfitte consecutive rimediate in questo disastroso avvio di campionato del primo storico torneo di serie A per il Benevento, dieci se si conta anche la prima sconfitta della stagione, contro il Perugia in casa con un rotondo 0-4 che costò anche l'eliminazione dalla competizione tricolore, il Presidente Vigorito rompe gli indugi e passa all'azione e quindi in un colpo solo esonera non solo Baroni ma solleva dall'incarico anche il DS Di Somma. Diversi i nomi di tecnici circolati nelle ultime ore, insieme anche alle voci relative alle richieste di alcuni di loro e alle garanzie che ognuno chiedeva per sposare la causa giallorossa, che grazie anche all'eco mediatico che si è montato da diverse settimane, forse anche a causa di quel triste zero in classifica, sembra già una "mission impossible". Alla fine la scelta è caduta su un nome che rievoca nelle menti dei tifosi giallorossi degli episodi particolari che risalgono all'anno del testa a testa tra il Benevento ed il Foggia che si risolse a favore dei giallorossi, e quindi sull'ex tecnico dei rossoneri Roberto De Zerbi.

Una scommessa, quella di ingaggiare il tecnico bresciano, una grossa responsabilità che si prende il presidente Oreste Vigorito in prima persona, tenendo presente che almeno per il momento non è stato comunicato ufficialmente il nome di chi prenderà il posto di Di Somma nel ruolo di DS, anche se rumors parlano di una "promozione" di Pasquale Foggia, adesso impegnato nel settore giovanile della società. La sfida è ardua ma a prescindere dal passato e dal carattere spigoloso del tecnico scelto dal Presidente, è indubbio che il suo ingaggio è un segnale importante che il massimo dirigente invia ai calciatori che a questo punto non hanno più alibi.

La "mission" sembra "impossible" ma certe volte queste sono le sfide più belle da vincere. Il Benevento si gioca la permanenza in serie A, i calciatori la loro credibilità da professionisti e il loro valore qualitativo, De Zerbi un rilancio importante dopo le ultime esperienze per lui poco gratificanti, il Presidente Vigorito la responsabilità di una scelta personale. De Zerbi dimostra accettando questa sfida di avere carattere e provare a realizzare qualcosa che anche mediaticamente, per l'attenzione che in questo momento il Benevento, anche se negativamente, ha attirato su di se, sarebbe come vincere uno scudetto. A prescindere dal personaggio, sicuramente non molto amato da queste parti, ai tifosi basta poco per metterci una pietra sopra: dimostrare attaccamento, impegno e sudore per provare a raggiungere un obiettivo che al momento sembra davvero una mera chimera. Staremo a vedere.