INZAGHI: "A LIVORNO CON IL SOLITO ATTEGGIAMENTO PER NON RISCHIARE"

12.12.2019 23:13 di Redazione TuttoBenevento   Vedi letture
INZAGHI: "A LIVORNO CON IL SOLITO ATTEGGIAMENTO PER NON RISCHIARE"

"Ormai sapete cosa penso di queste gare, che sono le più difficili, questa in particolare con il Livorno lo sarà ancora di più perché è stato esonerato Breda ed è arrivato Tramezzani e quindi i giocatori vorranno dimostrare qualcosa.
Mi dispiace per Breda che è un tecnico bravo, conosco anche Tramezzani che è un ottimo allenatore, preparato e a cui faccio un in bocca al lupo.
Ho detto ai miei giocatori di stare attenti perché è già successo l'anno scorso e cioè che se si va senza l'atteggiamento giusto a Livorno si perderà.
La mente fa la differenza, se non affrontiamo la gara con il solito spirito possiamo fare la fine di Pescara in ogni gara. Bisognerà avere le antenne dritte.

Per sostituire Hetemaj deciderò tra Tello, Improta  e Del Pinto.  Non credo ai numeri, ma agli uomini che cerco di mettere in campo nelle posizioni migliori.

La squadra è cresciuta molto ma possiamo ancora migliorare cercando di evitare quei 5 minuti come contro il Trapani che poteva riaprire una gara già chiusa, e nel riuscire a chiudere prima le partite. 
Bisogna crescere ad ogni allenamento e ad ogni gara, quello che abbiamo fatto non conta niente, è aumentata solo la nostra consapevolezza ma non cambia il nostro obiettivo, anche perché nessuno ci ha dato un premio per i 9 punti di vantaggio e quindi mi dispiacerebbe se tornassimo indietro.
Se ne perdi una vai a finire nel gruppone.
Nel girone di ritorno avremo tutti gli scontri diretti fuori, insomma è ancora lunga e le somme si tirano a maggio.

Ho fatto fatica con il Crotone a cambiare sistema di gioco e quindi mettere dentro i 3 centrocampisti tutti insieme e quindi di fatto cambiando il modulo che fino a quel momento ci aveva portato risultati ma questo mi ha confermato quello che penso da sempre e cioè che poi sono i giocatori che fanno vincere le partite e non i moduli. Il mio compito è quello di metterli nelle posizioni migliori in campo dove possano esprimersi al meglio, ma da questo punto di vista abbiamo giocatori importanti che si adattano bene e che seguono le indicazioni. Lavoriamo sui nostri difetti cercando di valorizzare i nostri pregi.

Volta è sulla strada giusta per un recupero completo. Abbiamo scelto di aggregarlo al gruppo da lunedì ma il problema sembra essere risolto.

Mi è piaciuto cosa ha detto Capello in una intervista che ho letto qualche giorno fa e cioè che per anni si è seguito Guardiola senza accorgersi che il suo gioco non era solo possesso palla Guardiola ma aveva anche giocatori eccezionali che andavano in porta con facilità.
A me non frega cosa dicono di me.
Non devo vendere il mio prodotto senno' sto a casa mia dove tra l'altro sto bene. Anche a me piace giocare bene e vincere con il bel gioco ma la squadra forte vince anche le partite sporche come è successo a noi con il Cosenza la prima partita che mi è venuta in mente. Diciamo che io quindi sono nel mezzo, punto a dare ai miei giocatori la mentalità di non  arrendersi mai e di avere sempre fame di arrivare ad un risultato, quella che avevo io quando giocavo. Stiamo facendo un lavoro straordinario ma ci sono ancora margini di miglioramento", queste le parole di mister Inzaghi nella conferenza pre - Livorno.