INZAGHI: "COMPLIMENTI AI RAGAZZI, POSSONO FARE QUESTE PARTITE"

01.09.2019 12:52 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
INZAGHI: "COMPLIMENTI AI RAGAZZI, POSSONO FARE QUESTE PARTITE"

Queste le dichiarazioni di mister Pippo Inzaghi nel post gara di Benevento – Cittadella 4-1: “Ero molto sereno anche dopo la partita di Pisa, non dobbiamo passare dalle stelle alle stalle. Ora parleranno tutti noi dobbiamo avere equilibrio.  Oggi abbiamo fatto qualcosa in più rispetto a Pisa ma senza quanto fatto in Toscana non avremmo fatto questa partita oggi. Dobbiamo migliorare tanto ma abbiamo anche diversi nuovi. Sono contento per i miei ragazzi perché devo dire che dal ritiro ho cercato di far capire loro che qui è stato cercato di farli sentire più scarsi e questo non deve entrare nella loro mente. Devono pensare di poter fare queste partite, lo possono fare se tengono la concentrazione massima per tutti i novanta minuti. L’abbiamo visto oggi: abbiamo preso gol appena ci siamo rilassati, avremmo potuto fare qualche gol in più. Ma oggi vanno fatti i complimenti ai ragazzi sapendo che bisogna lavorare così tutto l’anno e una sola prestazione di questo livello non basta. I gol li abbiamo nelle corde, con tutti gli attaccanti che ho davanti i li faremo sempre. Se lavoreremo sempre come oggi senza palla riusciremo a subire anche poco. Oggi il gol loro è venuto per un nostro infortunio su un colpo di testa. Avremmo voluto mantenere la parta inviolata ma questo ci servirà a capir che in serie B appena molli un attimo le partite si possono riaprire".

I SINGOLI - "Schiattarella ha avuto un problema al ginocchio ieri speravo di recuperarlo ma si è risvegliato con il dolore. Del Pinto ha avuto un indurimento è abbiamo preferito farlo uscire. Maggio ha fatto una grandissima partita, da vero capitano. Chi ha questa mentalità può rimanere, altrimenti può andar via",

MERCATO . "Ci sono altri due giorni, l'idea è quella di migliorare la squadra. vedremo se sarà possibile. Certo che se lo stop di Schiattarella dovesse essere lungo, qualcosa ci serve in mezzo al campo".