BUCCHI: "IL BENEVENTO E' LA FAVORITA MA ANDIAMO LÌ PER VINCERE"

02.11.2019 19:33 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
BUCCHI: "IL BENEVENTO E' LA FAVORITA MA ANDIAMO LÌ  PER VINCERE"

"Il Benevento è indiscutibilmente la favorita.  - Inizia così la conferenza stampa di Christian Bucchi, che domani ritornerà al Vigorito da avversario con il suo Empoli - Un organico già forte l’anno scorso - continua il tecnico dei toscani – e a cui sono stati aggiunti calciatori del calibro di Kragl, Schiattarella, Sau e Hetemaj. La stagione passata è stata una stagione complicata, ma bella da tutti i punti di vista. Siamo andati a un passo dalla Serie A: in cinque minuti abbiamo messo un alone su una stagione importante. In me c’è solo un grande ricordo e il piacere di riabbracciare tante belle persone che ho conosciuto, la voglia di rivedere i ragazzi e di abbracciare anche il pubblico che è stato sempre un pubblico affettuoso e caloroso, indipendentemente dalle critiche del momento. E’ una partita che arriva nel momento giusto. Abbiamo grande voglia di fare dopo un periodo un po’ così. E’ bello andare a giocare contro la capolista, arriviamo bene per fare una grande gara. Siamo lì, la nostra è una classifica importante. Non abbiamo perso certezze ma solo qualche punto per strada a causa di qualche disattenzione. E’ una partita che si va a giocare per vincere, come faremo sempre. Di ambienti caldi e squadra forti ne troveremo tanti. Dobbiamo arrivare a questi impegni convinti delle nostre certezze: il gioco, la compattezza e la serenità. In questo modo possiamo vincere con tutte. I punti in classifica ad oggi valgono poco, l’importante è avere le proprie certezze e noi dovremo portare in campo le nostre.

Quando abbassiamo i ritmi e l’intensità soffriamo. Il Benevento è una squadra che conosco bene, gran parte della rosa è la stessa dello scorso campionato. Gli innesti sono di esperienza e qualità. E’ una squadra che sa leggere i momenti della partita, vive di fiammate e impone anche la fisicità e l’agonismo dei suoi calciatori e noi dovremo essere bravi a controbattere su questo aspetto, riuscendo poi a portare la partita su quello che sappiamo fare meglio di loro, ossia sul palleggio e sul gioco. Noi rispettiamo tantissimo il nostro avversario, ne conosciamo le qualità e l’ambiente che è molto caldo ma giocheremo una partita all’attacco e arriviamo lì da squadra che ha voglia di fare e riprendersi quello che abbiamo lasciato per strada per nostri errori.

Qualcosina cambieremo nell’undici iniziale ma ovviamente nulla che vada a compromettere le nostre cose. Siamo contenti del ritorno di Bandinelli dopo la squalifica. Certamente il momento di rallentamento non è dovuto solo alla sua assenza. Questa squadra ha tutte le qualità per giocare bene e fare risultati. Bisogna avere grande serenità e questo cerco di trasmettere ai ragazzi. La Gumina? Non ci sarà ma abbiamo tante soluzioni in avanti. Forse nell’idea generale c’era che dovessimo essere primi dalla prima giornata senza mai perdere o soffrire ma noi non siamo questi. Non possiamo fare i paragoni con l’Empoli di due anni fa: fu fatto qualcosa di incredibile e irripetibile. A volte in campo non riusciamo a ripetere in campo quanto di buono facciamo in settimana. Bisogna trovare la continuità e sono sicuro che la troveremo”.