Il Foggia ferma Iemmello

Il Tribunale Federale Nazionale si è pronunciato sul caso Foggia Calcio. Sanzioni anche per l'ex tecnico De Zerbi e per l'attaccante giallorosso Pietro Iemmello
02.07.2018 14:31 di Federica Bozzi  articolo letto 483 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Il Foggia ferma Iemmello

Da poco il Tribunale Federale Nazionale si è pronunciato sul caso Foggia Calcio.

Sebbene non si parla di retrocessione, come era stata chiesta dal Procuratore Federale, la pena inflitta ai satanelli è comunque esemplare: 15 punti di penalizzazione in classifica da scontare nella stagione sportiva 2018/2019.

La società era stata deferita lo scorso 15 maggio insieme a 37 soggetti tra dirigenti, calciatori e tecnici ”per avere reimpiegato nell’attività gestionale e sportiva nel corso delle stagioni sportive 2015/2016 e 2016/2017 un importo monetario molto ingente, sia a mezzo di bonifici, sia a mezzo di denaro contante, proventi di attività illecite di evasione e/o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche reato”.

Tra i protagonisti della vicenda comparivano anche l’ex tecnico giallorosso Roberto De Zerbi e l’attaccante della Strega, Pietro Iemmello. Se a quest’ultimo sono toccate solo due giornate di squalifica, oltre ad un'ammenda di 1.500 euro, è andata peggio all’ex mister, attualmente legato al Sassuolo, che è stato colpito da una sanzione di 3 mesi di squalifica.

La squalifica dell'attaccante giallorosso, in caso di passaggio turno, sarà scontata in Coppa Italia senza ripercuotersi sul prossimo campionato.