LE PAGELLE DI VERONA-BENEVENTO: IN DIFESA SI SALVA GLIK, CAPRARI INGENUO

03.11.2020 16:21 di Cosimo Calicchio   Vedi letture
Fonte: www.tuttomercatoweb.com
LE PAGELLE DI VERONA-BENEVENTO: IN DIFESA SI SALVA GLIK, CAPRARI INGENUO

Montipò 5,5 - Nulla può su tutti e tre i gol dell'Hellas. Bell'intervento sul finire del primo tempo sul tiro-cross di Zaccagni.

Letizia 5,5 - Quando Zaccagni affonda va in difficoltà, ma quando è lui a farsi vedere in avanti la musica cambia. Dopo il secondo vantaggio dell'Hellas calano i giri anche per lui.

Caldirola 5,5 - Rimane in campo un tempo. Soffre come Glik il duello con un Kalinic vivo. (dal 45' Tuia 4 - I due gol della ripresa messi a segno dall'Hellas nascono da sue indecisioni. Meglio fosse rimasto in panchina).

Glik 6 - Guida il reparto. Con grinta, tacchetti ed esperienza. Sui gol non ha particolari colpe anche perché gli altri compagni non lo aiutano. Decisivo a fine gara per evitare il 4-1 di Kalinic. In extremis tenta di trasformarsi in bomber per alleggerire almeno il passivo.

Foulon 5 - Come Letizia dall'altra parte corre tanto, ma è meno incisivo rispetto al compagno. Sul 3-1 di Lazovic si accentra troppo lasciando scoperta la sua zona di competenza.

Ionita 5 - Ha sulla testa il gol dell'1-1 sul finire della frazione, ma la palla esce di un soffio. Nella ripresa soffre il cambio di marcia del centrocampo scaligero.

Schiattarella 5 - Cervello e muscoli della mediana. Le sue urla durante tutto il match scandiscono le giocate degli uomini di Inzaghi. Quanto la squadra rimane in dieci esce per fare spazio ad un giocatore con maggiore propensione offensiva. (al 74' Tello sv - Non si vede)

Dabo 5 - Grande abnegazione, corsa e voglia di fare. Precisione e idee però si vedono. Buono un tiro a metà ripresa che finisce comunque alto di mezzo metro. Niente altro.

Insigne 5,5 - Si mangia l'1-1 una decina di minuti dopo il vantaggio scaligero. Ha sui piedi un'altra occasione per mareggiare ma nulla. Nella ripresa scompare. (al 70' Improta 5,5 - Entra pochi minuti prima dell'espulsione di Caprari che di fatto fa terminare anzitempo la gara).

Caprari 4 - È il più pimpante di tutta la squadra campana. Un bel tiro nella prima frazione e una magia che consente a Lapadula di pareggiare nella seconda le skills del suo match. Al 71' poi finisce a terra per un contatto con Tameze per il quale non arriva il rigore. Sulle proteste successive direzionate verso il quarto uomo arriva un rosso diretto che rovina il match di tutto il Benevento.

Lapadula 6 - Più rifinitore che finalizzatore nella prima frazione. Nella ripresa, invece, ci mette appena 3' per ricordarsi che il suo lavoro è quello di fare gol e conclude una grande azione in coppia con Caprari. (Al 74' Moncini sv- Vedi Tello)

All. Inzaghi 6 - Vuole tornare alla vittoria e lo si vede perché il suo Benevento non molla neanche di fronte allo svantaggio. Il gol di Lapadula rimette la squadra in corsa, ma il secondo gol di Barak, su cui le colpe di Tuia sono evidenti, e il successivo rosso per proteste a Caprari fanno svanire i sogni di gloria. Moncini e Tello inseriti per ridisegnare la squadra con un 4-4-1 non danno i frutti sperati. La sensazione è che la squadra, prima dell'inferiorità numerica, avesse le carte in regola per pareggiare e il merito è di chi sta in panchina.