Montipò 7: è spettatore interessato per buona parte del match, ma a cinque minuti dalla fine viene chiamato in causa da Dybala e risponde con un intervento prodigioso

Letizia 7: sul gol della Juventus si fa trovare fuori posizione ed è un errore che rischia di pesare. Si riscatta alla grande con la sassata che porta al pari: da lì in poi, trova fiducia e non fa passare più nessuno

Glik 7: finalmente una prova all'altezza della sua fame, evidentemente l'aria di derby gli fa bene. Non sbaglia praticamente nulla

Caldirola 6: nella mezzora in cui resta in campo, tiene a bada Dybala che infatti riesce a combinare poco nulla. Deve uscire per un problema al ginocchio

(dal 33' Maggio 6: entra con buon piglio, peccato che anche lui sia costretto a lasciare il campo dopo una mezzora scarsa dal suo ingresso in campo)

(dal 60' Insigne 6: non trova spazio per i suoi spunti in velocità, ma si sacrifica quanto basta e a Inzaghi va bene così)

Barba 7: da terzino va in affanno in avvio su Chiesa, quando poi si sposta al centro respinge tutti gli inutili assalti della Juventus)

Hetemaj 7,5: l'uomo ovunque, ringhia sulle caviglie di tutti gli avversari, costretti a girare costantemente a largo. Raramente perde un duello, si conferma giocatore fondamentale

Schiattarella 7: prima protezione davanti alla difesa, ma anche regia lucida con la palla al piede. Chiama Szczesny alla grande parata nel finale del primo tempo

Improta 7,5: vive un momento di forma straordinario: cambia tre ruoli durante la gara, ma la sua prestazione non ne risente affatto. E' l'uomo in più del Benevento

Ionita 6,5: prima trequartista con vincoli di ripiegamento, poi mezzala a fare densità in mezzo al campo. Commette qualche errore in disimpegno, ma il contributo che dà resta comunque preziosissimo

(dal 71' Tello 6: si mette lì a fare densità in mezzo al campo e ci riesce)

Caprari 6: avrebbe voglia di spaccare il mondo, dopo lo stop di due giornate, ma si accende a intermittenza e non sempre riesce a essere efficace. Non era la sua partita

(dal 71' Tuia 6: nonostante la maschera protettiva, di testa sono tutte sue)Lapadula 6,5: un combattente nato, uno che non si risparmia mai, come dimostrano i continui ripiegamenti difensivi e le sportellate con De Ligt e Danilo. Reclama un rigore che non c'è, ma al 35' fallisce una buona occasione 

(dal 71' Sau sv)
 
All. Inzaghi 7,5: fermare sul pari la Juve è un'impresa vera e propria. Nonostante la forza dell'avversario, nonostante le difficoltà e gli infortuni in serie, la sua squadra offre una grande prestazione e si prende un meritatissimo pareggio
 

Sezione: LE PAGELLE / Data: Dom 29 novembre 2020 alle 14:01
Autore: Cosimo Calicchio
Vedi letture
Print