La soddisfazione di Pippo Inzaghi dopo la quarta vittoria esterna del suo Benevento in questo campionato di serie A:

"Questa squadra sorprende anche me. Questi sono risultati importanti, anche con tante assenze e difficoltà. Ma questi ragazzi mi sorprendono, come Improta che oggi ha fatto il terzino, e giocavamo contro un Cagliari che ha un grande attacco. Non dobbiamo montarci la testa, ma continuare a volare bassi, anche perchè mancano 19 punti al nostro obiettivo. Siamo una squadra vera, è bello lo spirito che mettiamo, ma piedi saldi a terra Quello che mi lascia felice è la crescita esponenziale nella gestione della partita da parte dei ragazzi. Credo che dobbiamo essere tutti orgogliosi di quello che stanno facendo, il presidente, lo staff tecnico, e l'ambiente. Oggi ho riproposto Sau titolare che come sempre si è fatto trovare pronto e che per come si allena merita queste soddisfazioni. Oggi eravamo in emergenza, anche Tello aveva avuto un dolore al ginocchio ed è venuto meno. Ma non ci siamo accorti delle tante assenze perchè quelli che vanno in campo sanno sempre cosa fare e si fanno trovare pronti."

"Bisogna volare basso, perchè questo campionato lo conosco bene, e gli anni scorsi anche squadre che all'andata avevano 28/29 punti si sono ritrovate a lottare per salvarsi fino all'ultima giornata. Anche perchè è ancora lunga e so che potrà arriverà qualche infortunio e qualcuno ci metterà un po' di più a rientrare e quindi dobbiamo continuare a tirare avanti in maniera attenta. Se ci sarà da fare qualcosa sul mercato, con giocatori pronti e che possono aggiungere qualcosa e che ci possano dare una mano ben venga. Questo gruppo va solo rafforzato perchè è un gruppo speciale che non ti fa accorgere delle assenze. Noi sapevamo che avevamo delle caratteristiche per mettere in difficoltà gli avversari. Abbiamo avuto 3 occasioni per chiuderla e non ci siamo riusciti ma alla fine abbiamo vinto e quello è l'importante."

"All'inizio ci davano tutti poche credenziali, forse perchè ricordavano del Benevento in serie A di tre anni fa  e si sono dimenticati del Benevento che ha riscritto i record della B dell'anno scorso. Sono contento per questo campionato incredibile che stanno facendo questi ragazzi. Abbiamo personalità."

"Oggi ho potuto fare pochi cambi e quindi era quasi la stessa formazione di 3 giorni fa, in una partita così complicata, ma 4 vittorie esterne per una neopromossa sono tanta roba. Con questa voglia, spirito e umiltà e con la grinta che mette chi sta fuori credo che ci potremo levare ancora tante soddisfazioni. Ai tifosi avevo detto che il mio obiettivo era diventare la rompiscatole della serie A, credo che per adesso lo stiamo diventando."

Sezione: SALA STAMPA / Data: Mer 06 gennaio 2021 alle 16:58
Autore: Redazione TuttoBenevento
Vedi letture
Print