INZAGHI: “IL CALCIO SENZA I TIFOSI NON È LA STESSA COSA”

Il tecnico,in conferenza stampa, oltre a commentare la sconfitta di Crotone e la gara di domani col Venezia, lancia un appello alle autorità, nella speranza di poter rivedere presto I tifosi allo stadio.
09.07.2020 16:28 di Gerardo De Ioanni Twitter:    Vedi letture
INZAGHI: “IL CALCIO SENZA I TIFOSI NON È LA STESSA COSA”

Consueta conferenza stampa di vigilia per il tecnico del Benevento Pippo Inzaghi che nella sala stampa del Ciro Vigorito ha incontrato gli organi di informazione. Queste le sue parole: "Quello che è successo a Crotone era preventivabile. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi a cui ho già chiesto tanto in questa stagione. Questi ragazzi vanno ringraziati a vita. Gli chiederò solo di utilizzare queste partite per mettersi in mostra e qualcuno può utilizzare queste gare per guadagnarsi la riconferma in vista dell'anno prossimo. In questi giorni li ho visti bene e spero potremo faremo una bella partita domani".

SINGOLI - "Vokic ancora non è pronto; Sanogo e Viola quasi. Nicolas contiamo di riaverlo col Trapani".

FORMAZIONE -"Ho ancora due allenamenti per valutare. Barba se sta bene gioca, vista anche l'assenza di Caldirola. Hetemaj e Sau stanno bene e possono giocare. Domani giocheranno i migliori, come sempre. Ci tengo a premettere, quanto si giovani, che se giocheranno sarà perché se lo meritano. Non regalo nulla a nessuno. Questo perché i giovani vanno insistito con attenzione e non mandati allo sbaraglio. Nelle prossime giocheranno anche Manfredini e Gori, anche se Montipò vuole raggiungere 20 partite senza subire reti ed è a 18".

IL VENEZIA - "Ogni partita deve essere da stimolo per fare sempre meglio a livello di squadra. Domani sarà una partita difficile perché il Venezia ha un obiettivo importante ma noi vogliamo fare bene in casa. All'andata abbiamo visto tutti l'accoglienza che mi è stata riservata, per me sarà una partita particolare. Per 90 minuti darò il massimo per il Benevento ma poi tiferò per il Venezia, sperando riesca a mantenere la categoria".

TIFOSI - "Spero che presto torni la gente allo stadio, quantomeno gli abbonati perché il calcio senza tifosi non è la stessa cosa".

RITIRO - "Credo molto nel ritiro e se sarà possibile lo faremo ma ancora non lo abbiamo programmato".

Sau - "Può fare qualsiasi ruolo, anche la punta come già ha fatto con la Juve Stabia. Sono contento per la stagione che ha fatto visto che veniva da un paio di annate difficili".

ANTEI - "Abbiamo deciso di non mettergli fretta. Sta migliorando ma non abbiamo nessuna voglia di mettergli fretta. Vogliamo averlo per il prossimo campionato.

SIMILITUDINI TRA NAZIONALE 2006 E QUESTO BENEVENTO- "Questo, come quello del 2006, è un grande gruppo. Questa può essere una similitudine tra le due squadre".

LE ALTRE - “Credo che il Crotone sia quella che ha più chance per la promozione diretta anche se spero per Sandro Nesta che anche il Frosinone possa dire la sua. Per i play off vedo bene anche Cittadella e lo stesso Empoli. Sono contento di potermelo godere da spettatore”.