Quasi gli dispiace che questo favoloso campionato sia giunto alla fine. Filippo Inzaghi ci aveva preso gusto ed, evidentemente e comprensibilmente, ha goduto nel vedere esprimersi su certi livelli il suo Benevento. Ma la stagione dei sanniti è giunta al termine, con Maggio e compagni che l'hanno chiusa  con l'ennesima prova superlativa che è valsa loro la ventiseiesima vittoria in campionato e l'aggancio al Palermo in quanto a record di punti (86) in Serie B. Super Pippo non ha nascosto, ai microfoni di Ottochannel, tutta la sua soddisfazione, ponendo l'attenzione anche su certi particolari: "Non ho più parole. Sono felice che stasera hanno giocato anche Gori e Sanogo. Tutti sono scesi in campo, è stato un qualcosa di fantastico. Dispiace smettere, non l'avremmo mai voluto fare. Eguagliare anche il Palermo con quattro gare in meno è un qualcosa di incredibile. Rendiamo onore a questi ragazzi, sono felice di essere stato il loro allenatore. Ormai potevo mettere chiunque perché hanno acquisito una fiducia che li fa rendere in quel modo. Sono rientrati Vokic e Sanogo. Volevo concedere a Gori questa partita e volevo conquistare i record con lui da capitano. E' andata così, quindi siamo felici".

Sull'apporto dei tifosi, nonostante da mesi gli stadi sian chiusi per i noti motivi legati al Covid: "Non va mai dimenticato ciò che è stato. Adesso ce la godiamo. Mi dispiace solo che la gente non ci sia stata perché questa squadra meritava qualcosa di più. Mi auguro che i tifosi possano tornare presto per tributare ai ragazzi ciò che meritano".

 

Sezione: SALA STAMPA / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 16:01
Autore: Gerardo De Ioanni / Twitter: @@GerardoDeIoanni
Vedi letture
Print