VIOLA: "CON IL "CITTA" PARTITA PARTICOLARE: CI STIAMO PREPARANDO ALLA GRANDE"

29.08.2019 16:58 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
VIOLA: "CON IL "CITTA" PARTITA PARTICOLARE: CI STIAMO PREPARANDO ALLA GRANDE"

Conferenza pre- partita per Nicolas Viola in vista di Benevento-Cittadella. “Sabato sarà una partita difficile, in Serie B sono tutte difficili. Con il Cittadella poi non sarà una partita come le altre: ci stiamo preparando alla grande”.

CONVIVENZA CON SCHIATTARELLA – “Pasquale è un giocatore molto bravo per la categoria, ha fatto bene anche in A l’anno scorso. Per me è un’ottima spalla e sono contento sia al Benevento. Abbiamo bisogno di conoscerci meglio ma quando si sa giocare a calcio e lui lo sa fare tutto è più semplice".

MODULO – “Il mister non snaturerà quello fatto finora, dobbiamo trovare la compattezza di squadra ed è chiaro che con un centrocampista in più (nel Cittadella) dobbiamo stare più attenti rispetto a quanto fatto finora. Dobbiamo trovare le nostre certezze e limitare le loro”.

CONFERENZA STAMPA - “A chi ha detto che la conferenza era per un mio addio perché avevo litigato con il mister oppure fatto a botte con i miei compagni, voglio dire che abituato a queste cose: ultimamente avevo fatto a botte con un paio nello spogliatoio e volevo avvisare che li ho menati tutti. Scherzi a parte, è una iniziativa della società far parlare un giocatore e credo sia giusto”.

EQUILIBRIO – “Non ci sono favorite e non, in B puoi vincere o perdere con tutte. Sarà fondamentale l’equilibrio. Spero con tutto il cuore che lo troveremo presto. L’importante è arrivare a marzo tra le prima per poi giocarti in quel periodo tutto nello sprint finale. Per me è fondamentale l’equilibrio”.

MERCATO APERTO A CAMPIONATO IN CORSO – “A me non cambia nulla, logicamente ci sono pro e contro perché se nelle prime due giornate ti rendi conto di aver qualche necessità allora puoi correre ai ripari, però potrebbe anche destabilizzare. Io lo chiuderei prima dell’inizio di campionato”.

PISA – “La compattezza di squadra vista per 80 minuti credo sia importante. Ho visto cose buone e cose meno buone, specie begli ultimi minuti. Dobbiamo ripartire da quelle positive e limitare quelle negative. Siamo in rodaggio con giocatori nuovi che devono trovare la forma migliore. Credo che ci toglieremo delle soddisfazioni”.

CITTADELLA  - “Il Cittadella parte sempre con difficoltà per poi arrivare come un treno alla fine della stagione. E’ una squadra fastidiosa, un avversario ostico, con il quale anche quando abbiamo vinto, abbiamo avuto della delle difficoltà. E’ una partita particolare e ci teniamo molto a fare bene. Hanno la capacità di aspettare il momento giusto in una partita. Li conosciamo perché li abbiamo affrontati parecchie volte ma non dovremo sottovalutarli perché è una squadra davvero forte".

DIFFERENZA BUCCHI – INZAGHI – “A me non piace fare le differenze perché ognuno ha le sue idee e il suo modulo. Nel mister vedo tanta professionalità, come ce l’aveva Bucchi. E’ un anno importante e non bisogna lasciare nulla al caso e il mister lo vedo molto quadrato su tutto”.