FOGGIA: "CONTENTO DEL MERCATO FATTO, ORA LE USCITE. GERVINHO E LLORENTE? PUO' SUCCEDERE DI TUTTO"

15.09.2020 17:21 di Gerardo De Ioanni Twitter:    Vedi letture
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
FOGGIA: "CONTENTO DEL MERCATO FATTO, ORA LE USCITE. GERVINHO E LLORENTE? PUO' SUCCEDERE DI TUTTO"

L'ufficializzazione dell'acquisto di Bryan Dabo dalla Fiorentina è solo l'ultimo, in ordine di tempo, dei rinforzi che Pasquale Foggia ha affidato a Pippo Inzaghi per la stagione che si accinge ad iniziare. Il centrocampista burkinabè, ex viola, è il sesto di una campagna acquisti che ha viso da subito il Benevento tra le società più attive. Ora, creata l'ossatura, la società si concentrerà sulle operazioni in uscita, senza però distogliere lo sguardo dalle opportunità che da qui al 5 ottobre - data di chiusura della sessione di calciomercato - potranno presentarsi. Almeno questo è quanto è emerso dalle parole dello stesso diesse giallorosso: "Non posso che essere contento del mercato fatto finora: abbiamo preso calciatori che reputavamo prime scelte. Saremo, comunque, vigili sino al 5 ottobre. Ora è il momento di ridurre un po’ la rosa, sia per permettere a tutti di svolgere allenamenti più completi e sia per permettere agli esuberi di trovare una sistemazione adatta alle loro esigenze. La cosa certa è che sono stati tutti protagonisti di un’annata che è parte della storia del club".


Al di là della comprensibile e legittima pre-tattica, si ha la sensazione che da qui alla chiusura del mercato Foggia qualche altro colpo lo possa mettere a segno. Stando alle dichiarazioni di intenti, con Maggio e Letizia impegnati sull'out destro e Barba probabile alter-ego di Caldirola, a sinistra potrebbe/dovrebbe arrivare un altro terzino per giocarsi il posto con il belga Daam Foulon, che bene ha fatto nella sua prima uscita in giallorosso (rosso per l'occasione n.d.r.) contro la Reggina. Oltre alla fascia sinistra, qualche altro ritocco potrebbe essere fatto anche al reparto avanzato, già rinforzato dagli arrivi di Lapadula e Caprari. Gervinho, Iago Falque, Pjaca (vicino al Genoa) e LLorente i nomi sul tavolo, anche se possiamo parlare solo di gradimenti ma non di trattative: "Gervinho? Per ora se lo ritroverà contro il Napoli di Gattuso domenica prossima, ma fino al 5 tutto può succedere, ci teniamo informati, è un calciatore importante. Llorente o Pjaca? Sono entrambi forti, e lo spagnolo - prosegue Foggia ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli - oltre ad essere un grande calciatore è un grande uomo. Al Benevento farebbero comodi anche Ounas e Younes, i rapporti con il Napoli sono ottimi, ma al momento non c’è alcuna trattativa in piedi.