MAGGIO: “SERIE A MERITATA AL 300%. SOGNO DERBY COL NAPOLI…”

19.05.2020 00:01 di Gerardo De Ioanni Twitter:    Vedi letture
MAGGIO: “SERIE A MERITATA AL 300%. SOGNO DERBY COL NAPOLI…”

 “Si parla solo della ripresa della Serie A e poco o nulla della B” non usa giri di parole il capitano del Benevento Christian Maggio, intervenuto ai microfoni di Ottochannel. Nonostante ciò, Superbike vede la meta vicina: “Sono fiducioso, pare di intravedere la luce. Il campo manca davvero tanto. Se riprenderà la Serie A sarà positivo anche per noi, aumenteranno le possibilità di ripresa anche per la B, sebbene il nostro campionato abbia qualche difficoltà in più”.

In realtà – evidenzia Maggio -  noi potremmo anche non tornare in campo perché l’eventuale ripresa della A, con annesse retrocessioni, ci porterebbe automaticamente in massima serie”.

Ipotesi, questa, residuale perché la volontà è quella di completare l’opera sul campo: “Vogliamo conquistare la promozione sul campo e ripagare il debito con la nostra gente finendo al meglio la stagione”.

Qualunque cosa accada, la promozione della Strega non può, però, essere messa in discussione: “La Serie A ce la siamo meritata sul campo: al 300%”.

Quella serie A che dovrebbe nuovamente vederlo protagonista l’anno prossimo, questa volta con la maglia giallorossa. Magari in un bel derby col Napoli: “Questo è il mio sogno. Col direttore Foggia anche qualche mese fa abbiamo parlato del mio prolungamento ma poi la cosa si è fermata per via del Coronavirus. La mia idea è quella di continuare, logicamente in serie A. Credo che non ci saranno problemi a trovare l’accordo, so che il direttore mi aspetterà ma so anche che dovrò decidere a breve. Comunque, se continuerò lo farò solo col il Benevento”.

La sensazione è che, alla fine, la voglia di continuare prevarrà anche perché, a detta dello stesso Maggio, il Benevento non andrà in A per fare la comparsa: “Vogliamo andare in serie A per restarci, non per fare le comparse. Il direttore e il Presidente stanno lavorando per migliorare la squadra e sono certo che costruiranno una rosa competitiva