Tanto tuonò che piovve. Non è servita al Benevento, una Lazio che ha provato a giocare una partita vera contro il Torino nel recupero prima dell'ultima giornata che si disputerà domenica e che a questo punto servirà a ben poco. I giochi sono fatti, il Benevento torna in B dopo solo una stagione. Un vero peccato visto un girone di andata che aveva visto i giallorossi come matricola terribile e rivelazione del campionato. Da gennaio in poi, il cammino è stato di tutt'altro livello. Un vero disastro. Troppi i punti oscuri e poco chiari che hanno portato a questa amara conclusione. Scazzottate negli spogliatoi, equivoci tattici, un po' di sfortuna per alcuni infortuni di alcuni uomini chiave come Letizia, atteggiamento troppo remissivo in alcune (troppe) partite decisive. Un mix di errori che hanno bruciato tutti i bonus possibili. Il gol incassato al 93' dal Crotone ormai retrocesso da settimane è stata la ciliegina su una torta amara che hanno dovuto gustare loro malgrado i tifosi della Strega. Dare la possibilità al Torino di giocarsi 2 risultati su 3 contro la Lazio, per centrare la salvezza, era un'occasione troppo ghiotta per non essere sfruttata. Rimane il rammarico, di essere retrocessi, lasciando spazio in particolare ad un Torino che sono ormai anni che si salva per il rotto della cuffia, come successo anche ieri sera. Il tempo per analizzare questa brutta retrocessione sarà tanto e permetterà alla società e al Presidente Vigorito di individuare al meglio le cause che ci hanno portato a tutto questo. Sperando che anche questo possa servire ad una ulteriore crescita da parte di tutto l'ambiente. 

Sezione: NEWS H24 / Data: Mer 19 maggio 2021 alle 08:59
Autore: Redazione TuttoBenevento
Vedi letture
Print