Pareggio importante dopo le 2 brutte sconfitte contro il Napoli e il Verona, per il Benevento di Pippo Inzaghi; ecco il suo commento al termine della gara: "La squadra oggi ha dimostrato grande spirito e compatezza, avevamo tantissime assenze e quindi l’obiettivo era quello di riuscire a portare a casa il più possibile. Non vuole essere una scusante, ma avevamo avuto un giorno in meno di riposo, e anche il viaggio sulle spalle visto che abbiamo giocato mercoledì. Nonostante questo abbiamo pressato tanto ed eravamo pericolosi quando ripartivamo, non soffrendo mai tanto. Oggi era importante muovere la classifica nell’attesa di poter recuperare energie e giocatori, magari già per affrontare la partita di sabato che sarà importante (Fiorentina ndr.). Oggi devo ringraziare Improta e Tello che si sono sacrificati perché non avevamo terzini. Gaich invece sapevo che aveva un tempo nelle gambe, ma poi l’ho visto bene per 60 minuti e anche per alzare la condizione l’ho lasciato in campo un po’ in più. Sapevamo di poter contare su di lui, che è un bravo ragazzo, ma dobbiamo anche ricordarci che ha vent’anni e non va caricato di troppe responsabilità ma oggi ha dimostrato cosa ci può dare. Credo di non aver mai perso il mio Benevento, ma solo che la serie A è difficile e va affrontata in una certa maniera. In quanto a prestazioni sono più rammaricato per quella contro il Napoli, ma quella con il Verona quasi non fa sesto, tenendo presente che anche un toro avrebbe avuto difficoltà se dopo 20 minuti eravamo già sotto di 2 gol presi per nostri errori e avevamo perso Letizia per infortunio. Io ormai conosco bene il gruppo, so le difficoltà che si presentano perché siamo in serie A, ma con questo spirito possiamo continuare a ritagliarci le soddisfazioni che già ci stiamo prendendo. Spezia e Benevento hanno un’ottima classifica e stanno facendo ottime cose. Torneremo a giocare come abbiamo sempre fatto, in settimana cercheremo di lavorare al meglio. Era importante vedere il carattere e la reazione, e la squadra l’ha data e sono contento. Ci sono dei momenti dove si giochi bene e vinci le partite, in altre dove è importante essere compatti e portare a casa fiducia e risultati. Sapevo che con questo sistema di gioco avremmo giocato meno bene, ma oggi serviva compattezza, e forse con un po’ di fortuna l’avremmo vinta. Abbiamo fatto una prestazione da combattimento, con tanta voglia e compattezza. Per quanto riguarda la prossima contro la Fiorentina credo che sarà difficile recuperare sia Depaoli che Letizia, che magari proveremo a recuperare nella sosta. Adesso bisogna rimboccarci le maniche con Fiorentina e Juve, e poi recuperare al meglio nella sosta e giocarci tutto nel rush finale."

Sezione: SALA STAMPA / Data: Sab 06 marzo 2021 alle 18:56
Autore: Redazione TuttoBenevento
Vedi letture
Print