INZAGHI: "NON ABBIAMO FATTO ANCORA NULLA, UMILTA' E PIEDI PER TERRA"

17.09.2019 00:03 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
INZAGHI: "NON ABBIAMO FATTO ANCORA NULLA, UMILTA' E PIEDI PER TERRA"

Mister Filippo Inzaghi analizza così il successo nel derby del suo Benevento ai danni della Salernitana: “Non abbiamo fatto nulla, dobbiamo continuare su questa strada. Sono contento per i ragazzi che lavorano molto bene. Però non dobbiamo mollare sennò poi perdiamo col Cosenza, da domani testa alla prossima. -dichiara il tecnico ai microfoni di Ottochannel-  Abbiamo fatto bene entrambe le fasi di gioco, Hetemaj ci ha dato una gran mano complimenti a lui. Oggi sembrava uno stadio da Serie A, con anche i nostri duemila tifosi e sono contenti di averli fatti felici. So che quando vinciamo noi allenatori siamo i migliori al mondo e quando perdiamo siamo i peggiori. Diamo i meriti ai nostri calciatori questa sera. Forse ci manca ancora un po’ di cinismo. Però stasera vanno fatti i complimenti ai ragazzi anche se dobbiamo capire che non abbiamo fatto nulla. Sono ancora giovane ma ne ho passate tante e so che non bisogna mai guardare a quello che si è fatto ma a quello che bisogna ancora fare. Abbiamo visto come è la serie B. Noi dobbiamo avere grande umiltà e piedi per terra.

Armenteros? Non l’ho convocato perché ha avuto un risentimento, dai primi accertamenti sembra nulla di grave. Caso Kragl? No, l’ho voluto io, nessun caso. Ci sono diversi calciatori che non stanno giocando: lui, Tuia, Antei, lo stesso Improta. Col tempo troveranno tutti spazio.

Hetemaj? Non lo scopro io, la società ha fatto uno sforzo notevole per prenderlo. Complimenti a lui perché ha dimostrato di essere un gran professionista e di essersi allenato al massimo anche da fuori rosa altrimenti non avrebbe tenuto 90 minuti questa sera”.