BENEVENTO INARRESTABILE, ESPUGNATO ANCHE IL CURI: LA "A" E' AD UN PASSO

03.03.2020 23:07 di Gerardo De Ioanni Twitter:    Vedi letture
BENEVENTO INARRESTABILE, ESPUGNATO ANCHE IL CURI: LA "A" E' AD UN PASSO

Il Benevento di Pippo Inzaghi espugna anche Perugia, al Curi termina 2-1 per i giallorossi: Caldirola e Insigne regalano il successo ai sanniti, di Melchiorri la rete dei padroni di casa.

Primo tempo con qualche errore tecnico sopra la media sia per il Benevento che per il Perugia ma con entrambe le formazioni che giocano la partita a viso aperto, provando a rispondere colpo su colpo all’avversario. Nei primi 15 di gioco sono ben tre le volte in cui i giallorossi vanno vicini al gol: due con Improta e una con Coda che impatta male un pallone proveniente dalla sinistra. E’ proprio dal versante mancino che provengono le migliori giocate degli uomini di Inzaghi che 40’circa vanno nuovamente ad un passo dal vantaggio, ancora una volta con Improta che di testa manda di poco alto un buon cross di Viola. Nel mezzo un paio di occasioni di Iemmello, un rigore reclamato da Falcinelli per un presunto fallo di Volta e un’altra chance anche per Coda, con Vicario che, però, non si fa trovare impreparato. Quando sembra che le squadre siano costrette a tornare negli spogliatoi con il risultato di parità, arriva il gol di Caldirola: il difensore giallorosso è il più lesto a impattare un cross da calcio pizzato di Kragl e a battere l’estremo difensore di Cosmi, regalando il vantaggio alla Strega.

Dagli spogliatoi esce un Perugia molto più determinato che alla lunga prende in mano le redini del gioco, mettendo in difficoltà i sanniti pur senza creare vere e proprio occasioni da gol, almeno nella prima parte della ripresa. Al 65’, però, gli uomini di Cosmi vanno ad un passo dal pari: cross rasoterra di Di Chiara che trova, però, impreparati sia Iemmello che Falzerano che non riescono a colpire verso la porta di un Montipò apparentemente battuto. Due minuti dopo è il Benevento ad andare vicino al raddoppio con Coda che cerca l’eurogol colpendo al volo su un angolo di Viola ma la palla esce al lato della porte di Vicario.

Intanto i due tecnici inseriscono forze fresche dalla panchina: tra i giallorossi Insigne per Kragl e Moncini per Coda; Cosmi toglie Iemmello per Melchiorri e butta nella mischia Nicolussi Caviglia per Konate.

Il Perugia si fa sempre più pericoloso ed ha due buona chance prima con Falcinelli che prova ad approfittare di una ingenuità in uscita di Viola ma impatta su Barba e, poi, con Falzerano su cui Montipò è strepitoso a ribattere in corner.  Nel miglior momento degli umbri il Benevento trova il raddoppio con Insigne che da zero metri insacca alle spalle di Vicario su assist di Letizia. Pochi minuti dopo Moncini ha l’occasione per portare a tre le reti di vantaggio ma spreca da solo dinanzi al portiere umbro.

Clamorosamente al 91’ il Perugia accorcia le distanze con Melchiorri ma dopo sei di recupero i giallorossi possono festeggiare la ventesima vittoria di questo campionato, che vale per la truppa di Inzaghi l’ennesimo record. Nessuno mai nella storia del campionato cadetto aveva conquistato 20 vittorie su 27 partite.

Strega, dunque, sempre più in volo verso il paradiso calcistico, ovvero la Serie A.

TABELLINO:

PERUGIA (3-5-2): Vicario; Sgarbi, Rajkovic, Falasco (84’ Buonaiuto); Mazzocchi, Greco, Konate (70’ N. Caviglia), Falzerano, Di Chiara; Falcinelli ©, Iemmello (65’ Melchiorri). A disp: Fulignati, Albertoni, Rosi, Nzita, Carraro, Dragomir, Buonaiuto, Nicolussi Caviglia, Benzar, Capone, Melchiorri. All. Serse Cosmi

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò, Letizia, Volta, Caldirola, Barba; Hetemaj (75’ Tuia), Schiattarella, Viola ©; Kragl (61’ Insigne), Improta; Coda (72’ Moncini). A disp: Manfredini, Gori, Rillo, Del Pinto, Maggio, Tuia, Pastina, Basit, R. Insigne, Di Serio, Sau, Moncini. All. Filippo Inzaghi

Marcatori: 45’ Caldirola, 79’ Insigne, 91’ Melchiorri

Arbitro: Davide Ghersini di Genova.

Assistenti: L. Rossi - Cangiano.

Ammoniti: 30’ Greco

TV: Dazn, Rai Sport+