BENEVENTO - PORDENONE: LE PROBABILI FORMAZIONI

15.02.2020 12:35 di Gerardo De Ioanni   Vedi letture
BENEVENTO - PORDENONE: LE PROBABILI FORMAZIONI

Sarà ancora una volta un Benevento estremamente rimaneggiato quello che questo pomeriggio, sul rettangolo verde del Ciro Vigorito, affronterà il Pordenone. Ma Inzaghi non vuole che le assenza fungano da alibi per i suoi. “Me ne bastano 15” ha detto ieri il tecnico in conferenza.

Assenze o meno, l’obiettivo della Strega è quello di tornare alla vittoria tra le mura amiche; successo che manca dal 4-0 all’Ascoli dello scorso 29 dicembre. Nel nuovo anno al Vigorito solo due pari per gli uomini di Inzaghi. Senza dimenticare che di fronte c’è il Pordenone, una delle “prime” inseguitrici e l’eventuale vittoria varrebbe doppio proprio perché staccherebbe ulteriormente in classifica i ramarri, ad oggi a meno 18.

Dall’altro lato i friulani hanno estrema necessità di far risultato per trovare nuova linfa e risollevarsi da questo piccolo momento di flessione: nelle ultime tre gare il Pordenone ha conquistato un solo punto.

QUI BENEVENTO – I giallorossi, oltre a quelle già elencate, avranno una motivazione extra: quella di dedicare la vittoria al mai dimenticato Carmelo Imbriani, che ci lasciava esattamente sette anni fa. Anche la Curva ha annunciato una coreografia in omaggio dell’ex capitano.

Venendo alle questioni squisitamente tecnico – tattiche, data l’enorme emergenza che ha colpito la rosa giallorossa (solo 15 i giocatori di movimento a disposizione, ivi compresi i tre giovani n.d.r.), Inzaghi ha un solo dubbio di formazione: chi scegliere tra Del Pinto, che bene ha fatto al suo ingresso nella sfida col Cosenza, e Improta, rientrato dopo il turno di squalifica al pari di Maggio.

La scelta dell’uno o dell’altro determinerà consequenzialmente anche quella del sistema di gioco: con Improta si tornerebbe al 4-4-2; con Anema e Core ci sarebbe la conferma del 4-3-2-1 e la certa presenza di Sau (in ballottaggio con Moncini e Coda per una maglia da titolare in caso di 4-4-2). La sensazione è che, alla fine, Inzaghi opti per il 4-4-2.

Lo schieramento a due punte potrebbe anche indurre il tecnico piacentino a scegliere l’artiglieria pesante, con Coda e Moncini in campo dall’inizio e Sau pronto a subentrare a gara in corso.

Per il resto c’è davvero poco o nulla da dire visti gli uomini a disposizione: in porta ci sarà Montipò; in difesa da destra verso sinistra Maggio, Barba, Caldirola, Letizia; in mediana Viola ed Hetemaj; Insigne e Improta sugli esterni; la coppia Coda – Moncini in avanti, con Sau comunque in ballottaggio per una maglia da titolare.

QUI PORDENONE – Per la sfida alla capolista, Attilio Tesser deve fare a meno di Bindi, Gavazzi ed anche del talentuoso Pobega. Nel consueto 4-3-1-2 ci saranno: Di Gregorio tra i pali; Semenzato, l’ex Camporese, Barison e De Agostini in difesa; Misuraca, Burrai, Tremolada a centrocampo; Chieretti, invece, agirà sulla trequarti dietro alla coppia Ciurria-Strizzolo.

LE PROBABILI FORMAZIONI:  

BENEVENTO (4-4-2): 1 Montipò; 11 Maggio, 35 Barba, 5 Caldirola, 3 Letizia; 19 Insigne, 21 Hetemaj, 10 Viola, 16 Improta; 32 Moncini, 9 Coda. A disp.: 12 Manfredini, 22 Gori, 2 Rillo, 15 Pastina, 4 Del Pinto, 25 Sau, 20 Di Serio. All. Filippo Inzaghi

PORDENONE (4-3-1-2): 22 Di Gregorio; 11 Semenzato, 31 Camporese, 6 Barison, 3 De Agostini; 21 Misuraca, 8 Burrai, 23 Tremolada; 10 Chiaretti; 13 Ciurria, 9 Strizzolo. A disp.: Ronco, 29 Almici, 26 Bassoli, 20 Gasbarro, 4 Stefani, 5 Vogliacco, 18 Mazzocco, 14 Pasa, 30 Zammarini, 28 Bocalon, 27 Candellone. All. Attilio Tesser

ARBITRO: sig. Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco

ASSISTENTI: sigg. Alessandro Cipressa della sezione di Lecce e Christian Rossi della sezione di La Spezia

QUARTO UOMO: sig. Mario Vigile della sezione di Cosenza