Ecco le parole di Pippo Inzaghi dopo Benevento-Genoa:

"Temevo molto questa partita, perché è difficile mantenere la concentrazione quando vieni da ottimi risultati e hai 5 punti di vantaggio sulla terzultima. Era una partita spartiacque per farci capire se potevamo starci in serie A, godiamoci questo momento perché la strada è molto lunga. Iago Falque, ha sentito un indurimento al polpaccio e non abbiamo voluto rischiarlo, perché noi andiamo avanti ma bisogna ricordare che abbiamo parecchi fuori. Oggi è stato bravo Montipò in una situazione, ma anche oggi abbiamo subito molto poco, anche altre squadre molto forti ci hanno tirato poche volte in porta. Oltre al rigore abbiamo preso ammonizione su Caprari, questi episodi possono determinare le partite, quindi credo che bisognerebbe stare attenti.Quando puoi mettere dentro gente come Zappacosta, Criscito, Scamacca, Pandev, vuol dire che loro sono una squadra importante. Sono contento per Sau, Tello, Foulon, e Di Serio che è il nostro fiore all’occhiello.Montipò sta confermando quello che sapevamo, all’inizio doveva trovare l’abitudine a giocare in serie A dove cambia la velocità, ma lui si prepara bene, è stato impegnato una volta ma in quella occasione si è superato.Abbiamo dimostrato nelle ultime 6 gare, ci siamo dimenticati di chi manca, perché siamo compatti, mi dispiace per chi sta giocando meno, ma ognuno avrà la sua chances."

Sezione: SALA STAMPA / Data: Dom 20 dicembre 2020 alle 17:50
Autore: Redazione TuttoBenevento
Vedi letture
Print